Rpt Sciopero Cgil, per Cisl fallimento che indebolisce sindacati

venerdì 12 marzo 2010 14:00
 

ROMA, 12 marzo (Reuters) - Dura valutazione della Cisl allo sciopero di oggi della Cgil contro la politica economica del governo, definito "un fallimento che danneggia tutto il sindacato".

"Nonostante l'apporto della politica che ricerca le piazze per la sua campagna elettorale, lo sciopero della Cgil ha avuto scarsissime adesioni in tutta Italia ed è stato un evidente fallimento", ha detto il segretario confederale della Cisl, Annamaria Furlan, precisando che "finché il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani, pensa di fare da solo, scelte, strategie ed azioni di conflitto, la Cgil, continuerà ad indebolire se stessa e l'unità del movimento sindacale confederale".

Poi, usando le stesse parole del ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, la sindacalista dice che "fare uno sciopero in piena campagna elettorale da soli, come ha fatto oggi la Cgil, non ha precedenti nella storia sindacale del nostro Paese. E' solo una scelta politica".

La Cisl si dice poi fiduciosa "che dopo le elezioni Regionali si aprirà finalmente un tavolo di confronto sulla riforma fiscale. Proprio su questi temi: fisco, sviluppo ed occupazione c'è bisogno di un'interazione seria e corretta tra le forze sociali, tutte, ed in particolare tra i sindacati".