Nessuna esenzione sui credit default swaps - Gensler, Cftc

martedì 9 marzo 2010 19:17
 

WASHINGTON, 9 marzo (Reuters) - Il Congresso Usa non dovrebbe permettere alcuna esenzione per il trading e il clearing da parte degli utilizzatori finali dei credit default swaps, gli strumenti ritenuti tra i principali responsabili della recente crisi finanziaria.

Lo sostiene Gary Gensler, responsabile dell'organismo di regolamentazione del mercato, la Commodity Futures Trading Commission, riferendosi al fatto che il parlamento degli Stati Uniti non ha affrontato ancora le leggi di bancarotta e il ruolo che i Cds possono giocare nei fallimenti.

"Dovremmo seriamente considerare degli interventi per affrontare questi nuovi sviluppi sui mercati dei capitali", dicono le note di Gensler su un discorso che terrà a New York.