Crisi, Papandreou chiede sforzi per respingere speculatori

lunedì 8 marzo 2010 17:05
 

WASHINGTON, 8 marzo (Reuters) - Il primo ministro greco George Papandreou ha chiesto al gruppo dei G20 di unire gli sforzi per annientare gli speculatori di mercato, sottolineando che in caso di fallimento potrebbe svilupparsi un'altra crisi finanziaria globale.

"Abbiamo bisogno di regole chiare sulle vendite allo scoperto, sui 'naked shorts' e sui credit default swap. Spero che ci sia una risposta positiva da questa parte dell'Atlantico al fine di portare questa iniziativa al G20", ha detto Papandreou in visita a Washington.

Atene non sta chiedendo all'Europa di fare in fretta "con l'aiuto a un paese spericolato", aiutando la Grecia che ha i suoi problemi finanziari. Secondo l'esponente greco la crisi potrebbe avere un effetto domino, facendo aumentare i costi dei prestiti per altri Paesi con deficit forti.

"Se la crisi europea si allarga, potrebbe generare una nuova crisi finanziaria globale con implicazioni così gravi come quella che ha avuto origine negli Stati Uniti due anni fa", ha aggiunto.