Scudo, prevedibile calo gettito da lotta a evasione - C. Conti

lunedì 8 marzo 2010 14:49
 

ROMA, 8 marzo (Reuters) - Lo scudo fiscale avrà come effetto la riduzione del gettito fiscale raccolto con le attività di contrasto all'evasione.

Lo scrive la Corte dei conti analizzando le norme del decreto legge Milleproroghe, che ha riaperto fino al 30 aprile la sanatoria sui capitali illecitamente esportati all'estero.

Secondo la Corte va considerato come, "per effetto dei meccanismi preclusivi all'accertamento propri della sanatoria, [...] si avranno minori entrate dall'attività di accertamento e controllo".

"Infatti, non si può escludere che in un certo numero di casi i risultati positivi delle indagini sviluppate dall'amministrazione finanziaria nel corso degli anni 2010 e seguenti non potranno tradursi in atto di accertamento a causa delle disposizioni ostative" previste con lo scudo fiscale, aggiunge la Corte.

L'Agenzia delle entrate ha raccolto nel 2009 circa 9 miliardi di gettito dalle attività di accertamento e controllo. A breve il Tesoro formalizzerà gli obiettivi per il 2010.