Multinazionali, se lasciano Italia restituiscano aiuti- Tremonti

mercoledì 3 marzo 2010 18:02
 

ROMA, 3 marzo (Reuters) - Il governo non vuole permettere alle multinazionali di abbandonare l'Italia senza che restituiscano aiuti di Stato ricevuti e abbiano pagato tasse arretrate.

Lo ha detto il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, rispondendo al segretario del Pd Pierluigi Bersani nel corso di una tavola rotonda al congresso della Uil.

"Dico una cosa concreta: quando tu hai uno che va via dall'Italia, una multinazionale, bhé, prima dobbiamo fargli una Tac, perché non è possibile licenziare e non pagare le tasse, licenzia, ma restituisci gli aiuti di Stato ricevuti", ha detto Tremonti.

"Vuoi lasciare l'Italia? Allora è tuo dovere cominciare a pagare le tasse arretrate, vedere se sui siti ci sono debiti pregressi, e allora cominci a vedere che tanti dicono 'ops! Ho ripensato la mia scelta industriale'", ha aggiunto Tremonti.

Alcune multinazionali hanno annunciato di recente di voler chiudere o ridurre i posti di lavoro nei loro stabilimenti italiani. Tra queste figurano Alcoa (AA.N: Quotazione), Glaxo (GSK.L: Quotazione) e Severstal (CHMF.MM: Quotazione).