Grecia, entrate ordinarie bilancio gennaio sopra attese

venerdì 26 febbraio 2010 13:46
 

ATENE, 26 febbraio (Reuters) - Le entrate del bilancio greco in gennaio hanno superato gli obiettivi, sotto lo stimolo delle tasse una tantum sulle grandi società. Lo mostrano i dati finali del ministero delle Finanze diffusi oggi.

Le entrate ordinarie di bilancio, al netto di governi locali e organismi previdenziali, sono cresciute del 16,6% annuo a fronte di un target 2010 del 10,8%, un buon auspicio per il tentativo del governo di tagliare il deficit di bilancio di 4 punti percentuali all'8,7% del Pil quest'anno. Le cifre si riferiscono al deficit del governo centrale, non al generale indebitamento pubblico misurato secondo le regole della zona euro, e quindi non offrono un quadro completo.

Il deficit generale di governo include aree di massiccia spesa come il welfare, pensioni comprese.

Dopo la comunicazione del dato, il futures a marzo sul Bund FGBLH0 ha toccato il minimo di seduta a 124,09, e il differenziale fra i tassi dei decennali benchmark greco e tedesco si è ridotto di 14 punti base a 338. Un restringimento si è registrato anche sugli altri periferici, con lo spread Italia-Germania che ha toccato il minimo di seduta di 88,3 punti base.

In restringimento anche il Credit default swap greco che sulla scadenza a 5 anni si è portato a 379 punti base dalla precedente chiusura di 397.