Grecia, secondo ispettori Ue obiettivi deficit più difficili

giovedì 25 febbraio 2010 14:07
 

ATENE, 25 febbraio (Reuters) - Secondo gli ispettori inviati dall'Unione europea le misure adottate dal governo greco garantiranno una riduzione del rapporto deficit/pil del paese tra l'1,5% e il 2% quest'anno, e non del 4% come annunciato da Atene. Lo riferisce il ministero delle Finanze.

Secondo l'Ue, a quanto detto da un funzionario del ministero, sono la contrazione del pil più ampia del previsto e gli elevati tassi di interesse a rappresentare i maggiori ostacoli per il raggiungimento degli obiettivi di risanamento discale della Grecia.

Ulteriori misure di contenimento del disavanzo verranno a questo punto annunciate dopo la visita in Grecia dell'eurocommissario agli Affari monetari Olli Rehn, in agenda per la prossima settimana, aggiunge il funzionario.

Un team di ispettori inviati dall'Ue, dalla Bce e dal Fondo monetario internazionale si trovano in Grecia questa settimana per verificarne i progressi in vista della scadenza del 15 marzo fissata per il confronto con l'Unione europea.