Zona euro, crisi greca banco prova per Uem - A.Finanze tedesca

giovedì 25 febbraio 2010 14:03
 

LONDRA, 25 febbraio (Reuters) - Le crisi del debito greco è un banco di prova perché i membri della zona euro cooperino e risolvano i loro problemi. Lo ha detto Carl Heinz Daube, direttore dell'Agenzia delle Finanze tedesca, alla televisione Reuters Insider.

Daube ha anche detto che ci vorrà molto perché le emissioni di debito della Germania ritornino ai livelli pre-crisi attorno ai 200 miliardi annui.

Daube, a una conferenza delle agenzie del debito dei paesi della zona euro a Londra, ha dichiereto anche che il default di uno dei 16 paesi della zona euro rappresenterebbe la fine dell'Unione monetaria, ma ha poi precisato che è un'ipotesi improbabile.

"Credo che se uno dei 16 membri andasse in default, sarebbe il crollo dell'intero sistema" ha detto Daube.

"Ci sono una buona possibilità e un saldo approccio per avere la zona euro così com'è e anche più larga presto se altri paesi avranno i requisiti" ha precisato. "In un certo senso è una specie di banco di prova per tutti i paesi membri per cooperare a risolvere i loro problemi".

Sulle emissioni di bond, l'agenzia ha anche detto di non aspettarsi altri titoli sindacati per il 2010 e si è detta contenta del profilo di scadenze.

"Le nuove emissioni per quest'anno saranno influenzate dalla capacità dei paesi di emettere, ma ci sarà maggior chiarezza" ha detto Doube facendo un confronto col 2009.