Ue, in atto fragile ripresa dell'economia europea - Commissione

giovedì 25 febbraio 2010 12:48
 

BRUXELLES, 25 febbraio (Reuters) - L'economia dell'Unione europea è in ripresa rispetto alla più lunga fase di recessione della sua storia, ma la crescita è ancora fragile sebbene i rischi nel 2010 siano largamente bilanciati.

E' quanto sostiene la Commissione Ue.

L'esecutivo europeo ha lasciato invariate le stime di crescita e di inflazione nei 16 paesi che utilizzano l'euro e per l'intero blocco a 27, per l'anno in corso, rispetto agli inizi del 2009 e anche i rischi sulle stime sono largamente bilanciati.

La Ue sottolinea che sia la zona euro che la Ue dovrebbe espandersi dello 0,7% nel 2010 dopo il calo rispettivamente del 4 e del 4,1% nel 2009.

"Globalmente la robustezza della ripresa deve ancora essere provata", si legge in un comunicato.

Secondo la Commissione mentre la domanda globale migliore delle attese potrebbe spingere le esportazioni ulteriormente, gli investimenti restano deboli.

"Una prospettiva mutata sugli investimenti tipicamente implica un debole mercato del lavoro in prospettiva che a sua volta potrebbe ridurre i consumi privati", dice la Commissione.

Secondo la Ue, l'inflazione nella zona euro, che la Bce vuole mantenere di poco sotto il 2% nel medio termine, sarà dell'1,1% nel 2010. In tutta la Ue, l'inflazione dovrebbe attestarsi all'1,4%, sopra la stime dell'1,3% di novembre.