Italia, debito cresce per calo Pil no per aumento spesa-Tremonti

martedì 23 febbraio 2010 16:42
 

ROMA, 23 febbraio (Reuters) - Il debito pubblico italiano cresce per il calo del Pil legato alla crisi finanziaria internazionale e non per l'aumento della spesa pubblica. Incontrando la stampa estera a Roma, il ministro dell'Economia Giulio Tremonti ha rassicurato sullo stato delle finanze pubbliche italiane.

Tremonti ha detto che il deficit italiano cresce ad un ritmo inferiore a quello di altri Paesi europei e che in ogni caso "l'Italia non ha alternativa alla politica del rigore" nei conti pubblici.

"Le famiglie, le banche e le imprese italiane sono meno indebitate di altri Paesi, la ricchezza è maggiore che nelle statistiche non solo per l'evasione ma anche per la struttura delle imprese", ha aggiunto Tremonti, indicando tra i punti di forza dell'Italia anche "l'altissimo grado di coesione sociale".

"Tutte le ragioni elencate sono motivi per cui l'Italia è in una situazione meno peggiore di quanto ci si potesse aspettare", ha concluso il ministro.