Spagna, riforme necessarie per economia, banche - Ordonez

martedì 23 febbraio 2010 10:53
 

MADRID, 23 febbraio (Reuters) - Le banche spagnole potranno risentire negativamente per i ritardi sulla riforma del mercato del lavoro e del sistema pensionistico e, se ne necessario, verranno alzati i requisiti richiesti per gli accantonamenti nei bilanci bancari. Lo ha detto il governatore della Banca di Spagna, Miguel Angel Fernandez Ordonez, secondo cui una riforma del mercato del lavoro è essenziale per la crescita del Pil nel paese.

"Se la Spagna non punta ad una riforma del lavoro ambiziosa, l'economia entra in un periodo difficile e complicato", ha detto Ordonez.

Il governatore ha espresso anche un cauto ottimismo circa l'evoluzione dell'economia spagnola, per la quale prevede una fase di crescita graduale nel 2010, ma con "un certo ritardo" rispetto alla maggior parte delle economie sviluppate.

"In Spagna, gli indicatori più recenti suggeriscono che la fase più acuta del calo della prodotto (interno lordo) è in rallentamento" ha detto.

"Le prospettive puntano ad una fase di crescita progressiva nel corso di questo anno basata sul mantenimento di un positivo contributo della domanda esterna", ha aggiunto.