Scudo, sì a esclusione monitoraggio immobili per sempre-Entrate

venerdì 19 febbraio 2010 13:19
 

ROMA, 19 febbraio (Reuters) - Il contratto tra l'evasore che fa emergere un immobile con lo scudo fiscale e la banca fiduciaria può anche avere durata illimitata. Per tutta la durata del contratto, quindi, sia il contribuente sia l'intermediario sono esonerati dagli obblighi di monitoraggio fiscale. Lo chiarisce in una nuova circolare l'Agenzia delle Entrate.

"Per quanto riguarda il rimpatrio giuridico degli immobili e delle altre attività patrimoniali detenute all'estero tramite fiduciarie residenti, la circolare chiarisce che il contratto di amministrazione con queste società può anche avere durata illimitata", dice l'Agenzia in una nota.

Il contribuente conferisce alla fiduciaria il mandato a compiere tutti gli atti giuridici di amministrazione dei beni, tra i quali, ad esempio, il versamento dell'imposta straordinaria, la locazione o la vendita del bene, l'esercizio dei diritti patrimoniali e il regolamento dei flussi finanziari.

"La società fiduciaria, dal canto suo, si impegna ad applicare e versare le ritenute alla fonte o le imposte sostitutive sui redditi che derivano dalle attività specificate nel contratto".

La circolare ricorda poi che la riapertura dei termini per aderire allo scudo fiscale chiude comunque le porte alle operazioni di rientro delle attività finanziarie e patrimoniali esportate o detenute all'estero concluse tra il 16 e il 29 dicembre 2009, che non sono quindi valide.

"Gli interessati possono effettuare gli adempimenti richiesti per il rimpatrio o la regolarizzazione a partire dal 30 dicembre 2009 e fino al 30 aprile 2010".