PUNTO 1 - Draghi estraneo a swap Goldman con Grecia - Bankitalia

mercoledì 17 febbraio 2010 16:11
 

(Aggiunge altre dichiarazioni, contesto)

di Gavin Jones

ROMA, 17 febbraio (Reuters) - Mario Draghi è estraneo agli swap organizzati da Goldman Sachs (GS.N: Quotazione) con il governo greco. Tali operazioni finanziarie sono state fatte prima della nomina dell'attuale governatore di via Nazionale a managing director della banca di Wall Street.

Lo rende noto la portavoce della banca centrale italiana precisando che i contratti derivati utilizzati in Italia negli anni Novanta, quando Draghi era direttore generale del Tesoro, "avevano il fine di diminuire il costo del debito pubblico, non di nascondere l'effettivo stato dei conti pubblici".

"Draghi non ha avuto nulla a che fare con l'operazione con la Grecia", ha detto la portavoce a Reuters. "L'operazione swap con la Grecia è stata fatta prima dell'arrivo di Mario Draghi in Goldman Sachs".

Quanto all'Italia, ogni operazione è stata pubblicamente verificate e certificate da Eurostat e giustificata dalla Commissione europea.

"All'epoca il ministero dell'Economia diffuse un comunicato stampa molto esaustivo e [l'allora commissario Ue per gli Affari economici e monetari Pedro] Solbes sottolineò che questo tipo di operazione non solo non implicava alcuna manipolazione delle cifre ma rappresentava uno strumento per migliorare la gestione del debito pubblico".

Draghi è stato vice presidente e Managing Director di Goldman Sachs a Londra dal 2002 al 2005 ed è governatore della Banca d'Italia dal gennaio 2006 e presidente del Financial Stability Board dall'aprile dello stesso anno.   Continua...