Giappone, per PM possibile riforma tassa consumi, non su vendite

lunedì 15 febbraio 2010 10:29
 

TOKYO, 15 febbraio (Reuters) - Il primo ministro giapponese Yukio Hatoyama non vuole aumentare l'imposta sulle vendite prima delle elezioni generali di fine 2013.

E' invece appropriato, ha sostenuto Hatoyama parlando con i giornalisti, discutere una riforma dell'imposta sui consumi, attualmente al 5%.

Per il primo ministro il governo non può essere ottimista sull'economia nonostante i dati superiori alle attese, diffusi questa mattina, sul Pil del quarto trimestre. Poco prima il ministro delle Finanze Naoto Kan aveva detto di essere aperto a un dibattito per riformare l'imposta sulle vendite, suggerendo la possibilità di un aumento per finanziare i programmi di spesa a sostegno delle famiglie.

Il Giappone si trova in una situazione particolarmente delicata. Il Fondo monetario internazionale sostiene che il debito del paese potrebbe raggiungere il 227% del Pil nel 2010. A fronte di entrate fiscali sostenute a causa della debolezza dell'economia, il governo deve trovare nuove fonti di finanziamento per i suoi programmi.