PUNTO 1- Euro saldo, ma serve governo economico Ue forte -Draghi

sabato 13 febbraio 2010 15:26
 

di Luca Trogni

NAPOLI, 13 febbraio (Reuters) - L'euro è saldo, ma di fronte alla crisi e ai pericoli di instabilità finanziaria occorre nell'Unione europea una volontà comune per un governo economico continentale.

Per la chiusura del suo intervento dal congresso Aiaf, Assiom Forex il governatore di Bankitalia Mario Draghi sceglie - per la prima volta da quando è a capo della banca centrale - un messaggio di carattere europeo e non italiano.

RIFORME MERITANO STESSA ATTENZIONE DATA A DEFICIT

Le indicazioni del presidente del Fsb, visto da molti come autorevole candidato per la presidenza della Banca centrale europea nel 2011, sono chiare: bisogna estendere alle strutture economiche, e alle riforme di cui necessitano, la stessa attenzione dedicata in Europa in passato ai bilanci pubblici.

Draghi ricorda che già dieci anni fa, con l'arrivo dell'euro, "si levarono voci a richiedere anche un più forte governo economico dell'Unione", ma, a fianco dell'entusiasmo per l'euro, si palesò "l'impegno a resistere a ogni ulteriore integrazione.

L'invito all'unità giunge a ridosso della dichiarazione d'intenti dei leader europei di disponibiità a sostenere la Grecia senza però alcun precisazione dei dettagli. Su questo tema per Draghi "è comunque importante che i paesi dell'area dell'euro abbiano espresso la volontà di intraprendere, qualora la situazione lo renda necessario, azioni decise e coordinate per garantire la stabilità finanziaria dell'euro".   Continua...