PUNTO 1 - Usa, stretta Fed potrebbe partire da drenaggio riserve

mercoledì 10 febbraio 2010 17:20
 

(aggiunge dichiarazioni, commento analista e contesto)

WASHINGTON, 10 febbraio (Reuters) - Federal Reserve potrebbe iniziare a rimuovere le misure straordinarie a sostegno dell'economia Usa assorbendo parte della liquidità dal sistema finanziario prima di varare un rialzo dei tassi.

Lo dice il presidente Ben Bernanke, ripetendo però che l'elevato tasso di disoccupazione, la debole dinamica dell'inflazione e le aspettative sui prezzi sotto controllo permetteranno al costo del denaro di rimanere sugli attuali livelli molto bassi ancora a lungo.

La riflessione dell'istituto centrale in tema di 'exit strategy' segna comunque i primi progressi.

"Anche se oggi l'economia Usa continua ad avere bisogno di sostegno da parte di una politica monetaria molto espansiva, al momento opportuno Federal Reserve dovrà varare una stretta delle condizioni monetarie" si legge nel testo dell'intervento del banchiere centrale preparato per un'audizione alla Camera.

Fed potrebbe iniziare testando strumenti per assorbire l'enorme massa di riserve iniettate nel sistema bancario con operazioni di piccoli ammontare per preparare il mercato, ha detto Bernanke secondo il testo della testimonianza del banchiere centrale che è stato diffuso dalla Federal Reserve anche se l'audizione è slittata a causa del maltempo.

L'istituto centrale Usa ha iniettato oltre mille miliardi di dollari sul sistema bancario dopo aver portato i tassi in prossimità dello zero al fine di contrastare la peggiore crisi finanziaria dai tempi della Grande Depressione.

Se il prodotto intreno lordo Usa è tornato a crescere nel corso degli ultimi due trimestri, gli ultimi dati sul tasso di disoccupazione relativi a gennaio parlano di un tasso di 9,7%.   Continua...