PUNTO 1 - Situazione Grecia problema per intera zona euro - Ue

martedì 9 febbraio 2010 16:17
 

(aggiunge precedenti dichiarazioni Barroso, contesto e reazione mercati)

STRASBURGO, 9 febbraio (Reuters) - A parere del commissario Ue per gli Affari economici e monetari Joaquin Almunia la situazione dei conti pubblici greci costituisce fonte di preoccupazione per l'intera zona euro ed esiste il rischio di un possibile "spill-over".

La Commissione appoggia peraltro pienamente il piano di rientro del deficit messo a punto dall'esecutivo ellenico, che rischia però di rivelarsi ottimistico come le parallele proiezioni macro.

"La difficile situazione in Grecia è fonte di comune timore per la zona euro... c'è un grave rischio di contagio ad altre parti dell'unione monetaria" osserva.

E' dunque cruciale, conclude Almunia, che Atene resti pronta ad adottare ulteriori provvedimenti per correggere il disavanzo eccessivo.

Sul tema ormai da settimane se non da mesi in primo piano delle difficoltà greche è intervenuto brevemente nel pomeriggio anche il presidente della Commissione europea per spiegare che non vi è nulla di straordinario nella partecipazione del numero uno Bce al vertice Ue di dopodomani dedicato all'economia.

Sui mercati finanziari sta intanto crescendo l'aspettativa di possibili provvedimenti in sede Ue sul caso Grecia.

Messa in relazione dall'istituto centrale di Francoforte a semplici problemi di ordine logistico, la notizia dell'anticipo nell'orario di partenza di Jean-Claude Trichet dall'Australia ha intanto alimentato la speculazione dei mercati sulla possibilità di un intervento nel breve. "Non è la prima né la seconda volta che il presidente [...] Trichet partecipa a un consiglio europeo e credo sia stata un'ottima idea invitarlo a discutere con noi della situazione economica" dice il presidente della Commissione, che ha ottenuto oggi la fiducia dell'Europarlamento alla nuova squadra.

Secondo una fonte diplomatica comunitaria, il vertice Ue straordinario di giovedì che riunisce i capi di Stato e di governo potrebbe produrre un comunicato di sostegno alla Grecia, attenendosi però alla linea finora adottata da Bce e Commissione che non prevede alcun riferimento alla sola eventualità di un salvataggio.