SCHEDA - Scadenza delle misure anticrisi Bce in essere

lunedì 8 febbraio 2010 17:33
 

8 febbraio (Reuters) - La Banca centrale europea annuncerà la prossima fase del ritiro dalle misure di emergenza sulla liquidità il prossimo 4 marzo, avendo iniziato il processo alla fine dell'anno scorso. Il mese passato ha annunciato che fermerà i prestiti in franchi svizzeri e in dollari Usa.

Seguono le misure non convenzionali ancora in essere e la loro attuale data di scadenza.

OPERAZIONI AGGIUNTIVE DI RIFINANZIAMENTO

La Bce ha introdotto operazioni extra (prestiti a banche commerciali) a un mese, sei mesi e un anno per incrementare i suoi tradizionali rifinanziamenti a una settimana e a tre mesi e assicurare alle banche accesso ai fondi durante le turbolenze.

SCADENZA - La Bce ha confermato a dicembre che non offrirà più fondi a un anno e che eliminerà le operazioni a sei mesi il 31 marzo. Non ha precisato per quanto tempo ancora manterrà i prestiti extra a un mese, sebbene abbia garantito che l'ammontare in offerta non sarà limitato, inclusa l'operazione del 9 marzo.

'FULL ALLOTMENT' A TASSO FISSO

Nell'ottobre 2008, la Bce ha lasciato la sua tradizionale procedura di prestare contanti alle banche a tassi d'interesse variabili. Le principali operazioni settimanali sono state condotte al tasso principale ma la Bce ha mantenuto l'opzione di aggiungere uno spread nel più lungo termine.

SCADENZA - La Bce ha detto che manterrà gli accordi sulle operazioni settimanali di rifinanziamento almeno fino al 13 aprile e "per il tempo necessario". La procedura verrà mantenuta nelle sue operazioni extra a un mese e in quella regolare a tre mesi durante il primo trimestre e nella sua operazione finale a sei mesi il 31 marzo. La Bce ha promesso che la stessa procedura verrà utilizzata per la sua operazione finale a un anno la prossima settimana.   Continua...