SCHEDA - Le preoccupazioni per i deficit della zona euro

venerdì 5 febbraio 2010 18:14
 

5 febbraio (Reuters) - I politici europei oggi si sono affrettati a rassicurare i mercati circa la stabilità della zona euro, dopo che i listini azionari europei sono stati colpiti dalle vendite per il secondo giorno consecutivo sui timori della situazione debitoria di paesi come Grecia e Portogallo.

Sono forti le pressioni su Grecia, Spagna e Portogallo affinchè mettano in ordine i propri conti pubblici, in modo da tranquillizzare i mercati preoccupati per un loro possibile default.

Qui di seguito un riepilogo delle principali notizie dell'ultima settimana su questi tre paesi:

*PORTOGALLO:

-- Il parlamento, dominato dall'opposizione, ha approvato oggi una proposta di legge sui fondi regionali. Il governo socialista era contrario poichè il provvedimento aumenterà il deficit di bilancio che già spaventa gli investitori

-- Mercoledì prossimo inizierà in parlamento la discussione del progetto di bilancio 2010. La bozza presentata dal governo socialista punta a ridurre il deficit all'8,3% del Pil dal 9,3% raggiunto nel 2009 e dovrebbe essere approvata con l'astensione del partito socialdemocratico di centro-destra.

-- Gli analisti tuttavia temono che l'accordo con l'opposizione sia a rischio dopo che il governo si è opposto alla proposta di legge avanzata dall'opposizione sui fondi regionali. -- Il Parlamento continuerà la discussione e voterà il progetto di bilancio giovedì prossimo. Il voto finale sul bilancio avrà luogo in marzo.

-- Venerdì prossimo, il 12 febbraio, l'istituto nazionale di statistica portoghese pubblicherà la stima preliminare del Pil del quarto trimestre 2009.

*GRECIA:   Continua...