Titoli Stato, 'Cds' Grecia, Portogallo e Spagna sotto massimi

venerdì 5 febbraio 2010 14:18
 

LONDRA, 5 febbraio (Reuters) - Correggono dai record della mattinata, nonché massimi dall'introduzione della valuta unica, i contratti 'Cds' greco, portoghese e spagnolo, misura del rischio insolvenza sovrana.

A cura di Cma DataVision, le quotazioni mostrano come nel corso delle ultime sedute una spiccata volatilità a riflesso del nervosismo dei mercati finanziari.

Poco dopo le 13,30 italiane assicurare dal rischio default in investimento di 10 milioni in titoli del Tesoro greci costa 422.500 euro, in calo dal record storico di questa mattina di 444.900 e rispetto a 427.200 della chiusura newyorkese di ieri.

Nel caso del Portogallo il 'credit default swap' a cinque anni è indicato a 222,8 punti base dopo il massimo della mattinata a 238,2 e la chiusura di ieri a 229,4.

Quanto alla Spagna, le quotazioni Cma DataVision mostrano 168,3 punti base dopo il massimo storico 182 della prima mattinata e rispetto alla chiusura di 170,2 punti base.