BofA perde quasi 4% dopo accuse procura NY su deal Merrill

giovedì 4 febbraio 2010 18:39
 

NEW YORK, 4 febbraio (Reuters) - Il titolo Bank of America (BAC.N: Quotazione) è in netto calo a Wall Street dopo che l'ufficio del procuratore generale di New York ha formalizzato le accuse per le modalità dell'acquisizione di Merrill Lynch.

Attorno alle 18,35 italiane, il titolo BofA cede il 3,67%, a 14,96 dollari, dopo aver segnato un minimo di 14,90 dollari.

L'ufficio di Andrew Cuomo, procuratore generale di New York, ha annunciato una causa civile nei confronti dell'ex Ceo dell'istituto, Kenneth Lewis, dell'ex direttore finanziario, Joe Price, e della stessa BofA.

Secondo l'accusa, la banca nascose l'esatto ammontare delle perdite di Merrill, violando una norma dello stato di New York. L'ufficio di Cuomo ritiene che il management di BofA abbia deliberatamente ingannato gli azionisti, i consiglieri, gli avvocati, l'opinione pubblica e i contribuenti.

L'ispettore del programma Tarp, che ha parlato nel corso della conference call organizzata dalla procura, ha detto che è arrivata l'ora che Lewis e Price siano chiamati a rispondere di una "frode nei confronti degli americani".

Anche Cuomo ha parlato di "frode" e ha detto che il motto "troppo grande per fallire" ha un corollario, ovvero "troppo grande per agire secondo le regole".

Cuomo ha precisato che l'attuale Ceo di BofA, Brian Moynihan, ha agito in modo "totalmente trasparente" e che "non è al momento indagato".