Monetario consolida posizioni, attende Bce, chiusura Rob martedì

mercoledì 3 febbraio 2010 12:33
 

MILANO, 2 febbraio (Reuters) - Il mercato monetario procede tranquillamente nella seconda metà della settimana, solitamente di assestamento e di conferma delle posizioni dopo il p/t settimanale della Bce. Registrato che tassi e liquidità si mantengono stabili, l'attenzione si rivolge al meeting della Bce domani e, più in là, alla chiusura del periodo Rob martedì prossimo.

"La situazione oggi è stabile e tranquilla, aspettiamo domani [Jean-Claude] Trichet, anche se non mi prevedo grossi spunti di politica monetaria" dice un tesoriere che immagina cge il tema più interessante sarà ancora la Grecia.

Sul mercato stamane si confermano tassi stabili, con l'overnight tra lo 0,26% e lo 0,28%, dopo un Eonia fissato ieri a 0,330%. L'enorme liquidità accumulata - con un'eccedenza pari a circa 260 miliardi - continua ad essere riversata sui depositi a fine giornata, con la remunerazione dello 0,25%, che hanno raggiunto ieri l'ammontare di 202 miliardi.

Con tale carico, il sistema bancario dovrà affrontare la chiusura del periodo Rob martedì prossimo, per equilibrare la quale, sarà necessaria la solita operazione di fine tuning a un giorno martedì pomeriggio, che una primissima stima vede di 200/300 miliardi.

Un lieve sollievo all'enorme liquidità verrà la prossima settimana, nel nuovo periodo, quando verranno a scadere due operazioni a lungo termine straordinarie, a 3 e a 6 mesi, da 22 miliardi complessivi, che non verranno rinnovate.

Il tasso Euribor ha registrato oggi lo stesso livello, al minimo storico, di 0,665% per la sesta seduta di fila.

Il differenziale tra questo tasso e la stessa scadenza dell'Eonia swap (fissata oggi a 0,369%) - visto come un indicatore del grado di fiducia tra controparti bancarie - è oggi di 29,6 pb, ai livelli pre-Lehman.

Il futures sull'Euribor, la scadenza a marzo è a 99,305 (inv.), giugno a 99,025 (-0,010), settembre a 98,745 (-0,015).

Altri dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS.