Bond Snai, in prospetto rivisto nuovo covenant su vendita asset

martedì 2 febbraio 2010 17:16
 

MILANO, 2 febbraio (Reuters) - Nel prospetto informativo del bond di Snai (SNAI.MI: Quotazione), sulla rampa di lancio, verrà apportato un nuovo covenant a protezione degli investitori.

Lo dicono a Reuters fonti vicine all'operazione.

L'iter per l'emissione del bond, a sette anni, callable dopo tre, e dell'ammontare annunciato di 350 milioni di euro, era stato interrotto per aggiornare il prospetto con l'informazione relativa alla richiesta danni giunta venerdì da Bridgepoint.

"Approfittando della revisione del prospetto, si è voluta anche accogliere la richiesta da parte di alcuni investitori di una maggior protezione relativamente alla vendita di alcuni asset di Snai" dice una delle fonti.

In sostanza nel prospetto sarà specificatamente indicato che "se Snai dovesse mettere a segno la vendita di alcuni asset immobiliari nella zona di San Siro a Milano [una delle ipotesi in campo], i proventi di tale vendita dovranno rimanere all'interno della cassa della società e non utilizzati, per esempio, per la distribuzione di dividendi" spiega una delle fonti.

La società, contattata, ha detto che non ha commenti da aggiungere sull'operzione.

Con la stesura della nuova versione del prospetto, attesa entro la settimana, l'iter del bond potrà riprendere e a quel punto "anche l'indicazione del rendimento potrebbe subire una revisione" aggiunge una delle fonti.

La raccolta ordini venerdì aveva comunque raggiunto e superato i 350 milioni che Snai si era proposta di raccogliere con il bond, secondo le fonti, ma gli investitori dopo l'aggiornamento del prospetto informativo avranno la facoltà di decidere se confermare il loro ordine oppure no.

"Con il nuovo covenant a protezione dell'investitore il rendimento teoricamente potrebbe diminuire, ma in questa situazione di incertezza sull'iter del bond e di turbolenza dei mercati, lo vedo difficile" dice una delle fonti.   Continua...