Monetario, liquidità alta, atteso drenaggio p/t domani

lunedì 1 febbraio 2010 12:33
 

MILANO, 1 febbraio (Reuters) - Andamento tranquillo sull'interbancario nella prima seduta del mese, con il fixing Eonia di venerdì in leggero ribasso sotto quota 0,33% e le tesorerie in attesa di conoscere nel pomeriggio l'ammontare benchmark per il pronti-contro-termine di domani. "Aspettiamo l'ammontare benchmark che verrà comunicato nel pomeriggio, per capire cosa accadrà su quest'ultima settimana di periodo, perché il prossimo martedì sarà l'ultimo giorno e ieri sera i numeri neri ammontavano a circa 380 miliardi" dice un tesoriere.

Le tesorerie aspettano quindi un drenaggio che possoa concorrere a equilibrare la situazione della liquidità insieme a un fine-tuning di fine periodo.

"Ci aspettiamo un importo assegnato attorno a 55 miliardi a fronte del più alto ammontare in scadenza" dice ancora il tesoriere.

Martedì scorso, il 26 gennaio, la Bce ha collocato circa 63,4 miliardi di euro.

A riflesso dell'alta liquidità sul mercato, anche il livello dei depositi presso la Bce che si mantiene consistente. I fondi depositati a Francoforte nel fine settimana sono infatti risultati in rialzo. Secondo le statistiche quotidiane della Banca centrale europea ECB40, venerdì sera i depositi overnight ammontavano a 165,261 miliardi dai 164,795 della seduta precedente, mentre i prestiti marginali sono risultati sostanzialmente stabili a 88 milioni da 81.

Attorno alle 12,20, il tasso overnight è a 0,24/49 a fronte di un fixing eonia venerdì a 0,326% EONIA dal precedente 0,338%.

Fra i derivati Euribor, marzo cede 0,015 a 99,300, giugno 0,020 a 99,030, settembre 0,015 a 98,750.

Altri dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS.