February 1, 2010 / 11:19 AM / 7 years ago

Snai, bond fermo qualche giorno in attesa update prospetto-fonti

3 IN. DI LETTURA

MILANO, 1 febbraio (Reuters) - Ci vorrà ancora qualche giorno perchè il bond Snai (SNAI.MI) possa ripredere il cammino nel mercato dei capitali, il tempo necessario all'emittente per modificare il prospetto informativo con l'aggiornamento relativo alla richiesta danni chiesta venerdì da Bridgepoint.

Lo dicono a Reuters fonti vicine all'operazione.

"L'operazione per ora è sospesa nell'attesa che venga modificato il prospetto informativo" dice una delle fonti. "Ci vorrà ancora qualche giorno, dopo di che occorrerà un 'refresh' del bond, alla luce delle condizioni del mercato in quel momento e della decisione che vorranno prendere gli investitori circa il loro ordine".

Altre fonti dicono che "l'operazione potrebbe anche tornare in essere entro la settimana, fatte salve le condizioni del mercato", facendo riferimento al fatto che "anche l'indicazione di rendimento potrebbe essere rivista".

Venerdì fonti a conoscenza dell'operazione e stamane altre fonti vicine all'operazione hanno detto che la raccolta ordini venerdì "ha comunque raggiunto e superato i 350 milioni che Snai si era proposta di raccogliere con il bond".

"Gli investitori dopo l'aggiornamento del prospetto informativo avranno la facoltà di decidere se confermare il loro ordine oppure no" dice un'altra delle fonti vicine all'operazione.

Il portavoce della società, contattato, ha detto che "per il momento non ci sono commenti".

Il bond era stato proposto, dopo una road show internazionale, con una durata di 7 anni, callable dopo il terzo anno, e con un'indicazione di rendimento partita da 9,75/10% "poi rivista venerdì a 10,0/10,15%" dice una delle fonti "a causa delle peggiorate condizioni di mercato.

Le banche a guida dell'operazione sono Bnp Paribas, Ubs e Unicredit, con Mediobanca come co-lead.

Venerdì Snai (SNAI.MI) e la controllante Snai Servizi hanno detto in una nota di "aver avuto notizia" di una missiva di Bridgepoint Capital Limited con una richiesta danni per 20 milioni di euro perchè le due società italiane non hanno accettato la sua offerta di acquisto del ramo scommesse di Snai.

Le due società italiane definiscono "totalmente infondata" la richiesta e preannunciano che la "contesteranno vigorosamente" nel caso Bridgepoint decidesse di procedere ad azioni legali.

Il 17 dicembre Snai Servizi ha respinto un'offerta di acquisto del core business di Snai presentata congiuntamente dai fondi Bridgpoint e Axa a fine novembre.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below