Monetario, tassi resistono bene a passaggio oltre fine mese

venerdì 29 gennaio 2010 13:19
 

MILANO, 29 gennaio (Reuters) - Il mercato della liquidità, all'ultima seduta di gennaio, effettua il passaggio tra mesi senza particolari sconvolgimenti, come previsto, e si avvia verso la fase conclusiva del periodo di mantenimento della riserva obbligatoria carico di fondi e con depositi in crescita.

La settimana ha visto il collocamento di complessivi 66,6 miliardi circa nei due pronti contro termine a tre mesi e a una settimana.

"C'è un eccesso di fondi nel sistema di circa 250 miliardi", commenta un operatore. "E anche per la prossima settimana ci aspettiamo liquidità abbondante e tassi schiacciati verso il basso".

I depositi affidati a Francoforte sono saliti ieri sera a 164,795 miliardi da 158,878, a fronte di prestiti scesi a 81 milioni da 541.

L'Eonia è stato fissato allo 0,338%, mentre il tasso a tre mesi dell'Euribor si è attestato per il terzo giorno consecutivo a quota 0,665% portando il differenziale tra con l'analoga scadenza dell'Eonia swap a tre mesi (ieri a 0,369%) a 29,6. L'overnight quota 0,25%/0,30%.

INFLAZIONE SOTTO CONTROLLO

La giornata è stata intensa anche sotto il fronte dei dati macro. L'aggregato monetario M3 della zona euro è diminuito a dicembre meno delle attese, mentre i prestiti ai privati sono rimasti invariati rispetto alla flessione di novembre.

"C'è stato un rallentamento di M3 rispetto al previsto, ma è normale nel mese di dicembre", commenta un operatore. "Anche i prestiti non sono scesi quanto pensavamo".   Continua...