Bce, ingiustificato allarme su effetti Basilea 3 su credito-Bini

venerdì 29 gennaio 2010 12:23
 

MILANO 29 gennaio, (Reuters) - Gli allarmi che giungono dal sistema bancario sugli effetti restrittivi che le norme di Basilea 3 avrebbero sull'erogazione del credito sono ingiustificati, dal momento che l'applicazione delle nuove regole di patrimonializzazione sarà graduale e arriverà dopo uno studio d'impatto.

Lo dice Lorenzo Bini Smaghi, membro del consiglio esecutivo della Banca centrale europea, ribadendo che il ritiro delle misure di sostegno attuate da governi e banche centrali "deve essere tempestivo".

Il banchiere centrale, che interviene a Milano a un convegno organizzato da Ernst & Young, dice ancora che "i profitti realizzati in questi mesi nel settore bancario - ottenuti grazie anche agli interventi effettuati dalle autorità di politica economica per mantenere in piedi il sistema, e dunque in ultima istanza grazie ai contribuenti - devono essere utilizzati per aumentare il capitale piuttosto che per remunerare il management delle banche e i loro azionisti".

Secondo Bini Smaghi "é preoccupante" che le considerazioni relative alla necessità di ricostituire il capitale delle banche comincino ad incidere fortemente sulle decisioni di erogare nuovo credito, come emerge dall'indagine trimestrale sul credito bancario.