Grecia non chiederà altri soldi a Ue - primo ministro

giovedì 28 gennaio 2010 18:11
 

DAVOS, 28 gennaio (Reuters) - La Grecia non chiederà altri soldi all'Unione europea, in aggiunta a quelli già stanziati. Lo ha detto a Davos il primo ministro greco George Papandreou.

Papandreou ha spiegato che il programma di stabilità messo a punto dal governo di Atene rappresenta un impegno gravoso, ma si è detto fiducioso sulla capacità di realizzarlo. Il premier ha anzi aggiunto che la Grecia sta studiando il modo per affrontare il risanamento fiscale in maniera ancora più veloce, per ristabilire al più presto la credibilità del Paese.

Papandreou ha aggiunto che la Grecia punta a elaborare la riforma fiscale in febbraio e a presentare un piano per le pensioni in marzo o aprile.

Riguardo ai rapporti col Fondo monetario internazionale il primo ministro ha affermato che la Grecia chiede consulenze, non aiuti finanziari.