Scudo, 30-50% rimpatri da Svizzera sono giuridici - fonti

giovedì 28 gennaio 2010 18:13
 

ROMA, 28 gennaio (Reuters) - In media dal 30 al 50% dei rimpatri dei capitali esportati illegalmente in Svizzera effettuati grazie alla sanatoria fiscale chiusa il 15 dicembre scorso sono stati realizzati con lo strumento del rimpatrio giuridico ed i capitali sono ancora in gran parte nella gestione delle banche elvetiche.

Lo hanno riferito a Reuters due fonti bancarie svizzere.

Secondo una delle fonti, in Svizzera non ha avuto "quasi alcun effeto" la riapertura dello scudo decisa dal ministro dell'Economia Giulio Tremonti il 17 dicembre e che si conluderà il 30 aprile.

"Si tratta solo di operazioni immobiliari o operazioni complesse che non erano state concluse in precedenza", ha detto.

Il Tesoro ha comunicato che lo scudo concluso a metà dicembre ha sanato 95 miliardi dei quali "il 98% è fatto da rimpatri effettivi".

Nell'incontro di questa settimana con i principali banchieri italiani il governatore della Banca d'Italia Mario Draghi ha chiesto informazioni sulla destinazione dei fondi scudati, secondo quanto riferito da una fonte vicina ai partecipanti.