Usa, prospettive deficit 2009/10 leggermente meno negative - Cbo

martedì 26 gennaio 2010 17:35
 

WASHINGTON, 26 gennaio (Reuters) - Gli esperti indipendenti del Congresso hanno fornito proiezioni fiscali leggermente meno negative per gli Usa, ma avvertono che il debito potrebbe finire per soffocare l'economia se il presidente Barack Obama non interverrà con tagli di spesa o aumenti delle entrate.

Il rapporto del Congressional Budget Office (Cbo) potrebbe dare supporto a Obama, che si prepara a proporre, nel discorso sullo Stato dell'Unione di domani, il congelamento di alcuni programmi di spesa e altre misure per il taglio del disavanzo record del bilancio federale.

Il deficit ammonterà a 1.350 miliardi di doillari nell'anno fiscale che si chiuderà il prossimo 30 settembre, afferma il Cbo: leggermente meglio rispetto ai 1.380 miliardi stimati in agosto.

Si tratta di un dato leggermente migliore anche rispetto al deficit dell'ultimo esercizio, che raggiunse quota 1.400 miliardi di dollari.

Ma, al 9,2% del pil, il disavanzo resta comunque su livelli mai visti dalla fine della seconda guerra mondiale.

Secondo le proiezioni del Cbo il deficit tornerà sotto il 3% del pil attorno al 2015, un livello che molti economisti giudicano sostenibile.

Il Cbo ha tuttavia avvertito che tali proiezioni si basano sull'ipotesi che il Congresso non rinnovi una serie di misure di sgravio fiscale prossime alla scadenza.