Zona euro, Stark (Bce) avverte su rischi di nuovi downgrade

martedì 26 gennaio 2010 09:46
 

FRANCOFORTE, 26 gennaio (Reuters) - Gli alti deficit pubblici potrebbero portare a nuovi downgrade sui rating dei paesi della zona euro, secondo il membro del consiglio esecutivo della Bce Juergen Stark.

"In alcuni stati i deficit 2009 sono stimati a doppia cifra", ha detto Stark in un discorso a una convegno sul real estate. "Quindi non si possono escludere altri interventi sui rating dei paesi o altre reazioni negative sui mercati finanziari".

I suoi commenti fanno seguito a una serie di downgrade delle agenzie di rating sulla Grecia a causa dei timori legati al suo debito.

Stark ha detto anche che si aspetta una modesta crescita economica nella zona euro per quest'anno, ma ha sottolineato che l'incertezza è alta e che la corsa potrebbe essere frenata.

Per contro, l'inflazione dovrebbe restare moderata nell'orizzonte della politica monetaria, tipicamente 18-24 mesi.

La Bce ha tagliato i tassi di interesse al minimo record dell'1,0% da quando si è inasprita la crisi finanziaria.

Stark ha aggiunto che non ci sono segnali che le iniezioni di liquidità della Bce abbiano portato a rischi maggiori sulla stabilità dei prezzi.