Giappone, tassi confermati a 0,1%, BoJ non cambia politica

martedì 26 gennaio 2010 09:19
 

TOKYO, 26 gennaio (Reuters) - La Banca del Giappone prevede che i prezzi scendano meno di quanto pensato in precedenza, ma rimane aperta a ulteriori allentamenti in politica monetaria a fronte di nuove richieste governative di un maggior sostegno per la fagile economia.

Il ministro delle Finanze, Naoto Kan, parlando giusto qualche ora prima della decisione ampiamente prevista dell'istituto centrale di confermare allo 0,1% i tassi di interesse, ha ripetuto che è intenzione del governo combattere la deflazione collaborando con la Banca del Giappone.

Il governatore Masaaki Shirakawa ha poi dichiarato che non ci sarà nessun cambiamento nella politica molto accomodante condotta finora dal Giappone.

Rivedendo le stime dello scorso ottobbre, la BoJ prevede ora una minore deflazione nel prossimo anno fiscale, che inizia in aprile, e nell'anno successivo, soprattutto per effetto dell'aumento dei prezzi petroliferi. Tuttavia conferma la stima di prezzi in calo per tre anni e l'intenzione di mantenere una politica monetaria molto accomodante.

La Banca centrale ha leggermente migliorato le stime di crescita dell'economia per il prossimo anno fiscale, ribadendo che la ripresa sarà lenta fino all'autunno di quest'anno.