Francia riduce stima emissioni titoli Tesoro a breve in 2010

mercoledì 20 gennaio 2010 16:10
 

PARIGI, 20 gennaio (Reuters) - La Francia annuncia che l'aumento delle emissioni di titoli del Tesoro a breve termine ammonterà per quest'anno a soli 1,4 miliardi di euro - rispetto all'incremento di 29,6 miliardi precedentemente previsto - a causa del volano di investimenti finanziati dal 'grand emprunt'.

Si tratta di un aumento significativamente inferiore ai 75,8 miliardi dello scorso anno.

Lo stock di debito a breve termine (Btf, Buoni del Tesoro) passerà così da 214,1 miliardi a fine 2009 a 215,5 miliardi per fine anno, secondo un progetto di legge adottato oggi dal consiglio dei ministri e reso pubblico da Agence France Trésor.

Le emissioni a medio e lungo termine sono state invece confermate a 188 miliardi al netto delle operazioni di riacquisto.

Il 'grande prestito' disegnato dal presidente Nicolas Sarkozy è un programma annunciato a fine 2009 con l'intento di raccogliere 35 miliardi per sostenere gli investimenti soprattutto in ricerca e sviluppo.

La raccolta avverrà soprattutto sul mercato attraverso Aft, confluiranno però inoltre 13 miliardi di fondi pubblici che le banche destinatarie di aiuti di Stato devono restituire.

I fondi andranno ad aumentare il conto corrente del Tesoro, contribuendo così a ridurre la necessità di raccolta sul breve termine.

Per la tabella sulla revisione del programma di raccolta 2010 doppio clic su [ID:nLDE60J1