Mosaicon, salirà 3i, si diluirà Antichi Pellettieri - fonte

martedì 19 gennaio 2010 16:23
 

MILANO, 19 gennaio (Reuters) - Il piano di ristrutturazione del debito di Mosaicon, controllata di Antichi Pellettieri, AP.MI, che dovrebbe vedere la luce in settimana, comporterà una diluizione nel capitale della famiglia Burani e un maggiore impegno del fondo azionista 3i.

E' quanto riferisce a Reuters una fonte a conoscenza della situazione, commentando indiscrezioni stampa di oggi che parlano di una quota di 3i al 64% della ex Ap-Bags che conta fra i propri marchi Francesco Biasia, Mandarina Duck, Coccinelle, Braccialini.

"La partecipazione che avrà 3i non è ancora certa in quanto è ancora tutto in fase di negoziazione", riferisce la fonte. Al momento, 3i è azionista di Mosaicon con il 49%, il restante 51% è in mano ad Antichi Pellettieri, a sua volta controllata da Mariella Burani Fashion Group MBFG.MI.

"E' stato chiesto a 3i di rinunciare alla clausola change of control e una parziale modifica di un'altra clausola", aggiunge la fonte. In particolare, si tratta della norma che prevede la salita del fondo britannico al 69% in caso di mancata realizzazione da parte di Mosaicon di multipli sull'investimento di 3i. "E' stato chiesto che non arrivi fino al 69% ma la quota esatta è ancora al centro delle trattative", aggiunge.

Ieri fonti hanno riferito che verso metà o fine di questa settimana verrà posta la firma al piano di ristrutturazione del debito di Mosaicon che vede coinvolta una quindicina di banche. Dovrebbe poi seguire la ristrutturazione del debito di Antichi Pellettieri. Ieri un comunicato della società di pelletteria ha riferito che proseguono i negoziati con gli istituti di credito e che una conclusione dovrebbe essere raggiunta in "tempi ragionevolmente brevi".

Il debito dell'intero gruppo Antichi Pellettieri ammonta a 140,2 milioni. 3i ha rilevato il 49% dell'allora Ap-Bags nel 2008 con un investimento di 128 milioni di euro.

Non è stato possibile avere commenti dei soggetti coinvolti. Dopo il rally della vigilia, Antichi Pellettieri alle 16,20 cede il 4,3% a 0,6795 euro in un mercato moderatamente positivo.