Fisco, entrate cassa 2009 -2,6% (-10,6 mld) - Bankitalia

venerdì 15 gennaio 2010 15:03
 

ROMA, 15 gennaio (Reuters) - Nel 2009 le entrate di cassa contabilizzate nel bilancio dello Stato sono diminuite del 2,6%, 10,6 miliardi in valore assoluto.

Lo dice la Banca d'Italia ricordando che il gettito di cassa aveva mostrato incrementi "in ciascun anno del triennio 2006-08.

"Il gettito del 2009 ha beneficiato degli incassi straordinari delle imposte sostitutive una tantum introdotte con il primo decreto anticrisi e dello scudo fiscale. Al netto di tali incassi, la contrazione delle entrate tributarie è pari al 5,1%", dice la Banca d'Italia nel nuovo bollettino economico.

Il gettito dell'Ires e dell'Irpef versata in autotassazione è diminuito del 20,3% (-15 miliardi). Su quest'ultima ha influito la riduzione della misura dell'acconto disposta alla fine del 2009. L'Iva si è ridotta del 6,6% (-7,8 miliardi), le imposte sostitutive sui rendimenti delle attività finanziarie del 7,3 (-1,0 miliardi).

La contrazione delle entrate ha riguardato anche i contributi sociali, che nei primi nove mesi dell'anno si sono ridotti dell'1,3% rispetto allo stesso periodo del 2008.

Il calo delle entrate incide sul saldo di bilancio 2009, che secondo le ultime stime del Tesoro dovrebbe raggiungere il 5,3% per cento del Pil.

"Il peggioramento sarebbe inferiore a quello atteso nella media dei paesi dell'area dell'euro (dal 2% del Pil nel 2008 al 6,4 nel 2009)", dice la Banca d'Italia.