Anci, riprendono rapporti con governo, ci sono condizioni minime

giovedì 14 gennaio 2010 18:52
 

MILANO, 14 gennaio (Reuters) - L'Anci ha stabilito la ripresa dei rapporti con il governo in seguito al decreto legge che ha rinviato al 2011, come richiesto dall'Anci, la riduzione dei Consigli e delle Giunte comunali, inizialmente prevista a partire dal 2010.

Lo ha dichiarato, secondo una nota dell'Anci, il presidente dell'associazione Sergio Chiamparino, al termine della riunione di oggi a Roma, precisando però che restano sul tavolo molti problemi aperti, dal federalismo al ristoro dell'Ici.

"Ci sono state offerte le condizioni minime per la riapertura del confronto, ma restano aperte tutte le questioni più volte sottoposte dell'Anci al governo", ha detto Chiamparino. "Per questo motivo torneremo a chiedere al ministro Calderoli di confrontarci sul federalismo fiscale e sull'autonomia finanziaria dei Comuni, della quale ancora non vediamo traccia nei decreti attuativi".

Inoltre, annuncia Chiamparino, "il confronto continuerà anche con il ministro dell'Economia, sui temi della finanza locale, del Patto di stabilità, del ristoro dell'Ici, dell'annullamento delle sanzioni per chi è stato costretto a sforare e dei meccanismi di premialità per chi invece ha fatto sacrifici per mantenere i saldi in pareggio".

L'interruzione dei rapporti col governo era stata annunciata lo scorso 10 dicembre.