Finanza, valutare tassazione rendite ma con prudenza - Tremonti

mercoledì 13 gennaio 2010 16:53
 

ROMA, 13 gennaio (Reuters) - L'armonizzazione delle rendite finanziarie è una strada da approfondire, ma con prudenza per evitare di andare a colpire il risparmio delle famiglie italiane. Lo ha detto il ministro dell'Economia Giulio Tremonti durante la registrazione della puntata di Porta a porta.

"Credo che sia lungimirante, è uno dei grandi tempi su cui andare", ha detto dapprima Tremonti.

"Noi abbiamo i depositi bancari che sono tassati al 27%, i titoli pubblici al 12,5%. Chi ha questi titoli? Una quota enorme i lordisti, una grossa quota sta in mano alle famiglie. Quando si parla di rendite non è che dietro ci sono gli gnomi di Zurigo ma le famiglie italiane. Bisogna essere molto attenti e prudenti nel valutare", ha aggiunto Tremonti.

Il ministro ha ribadito che uno schema di riforma fiscale deve basarsi su disincentivi alla speculazione finanziaria: "C'è troppa speculazione, c'è troppo ricorso a far salire titoli derivati e materie prime nel breve e per il resto 'cosa te ne frega'".

Tremonti ha glissato sull'ipotesi, circolata nei giornali, di coprire un'eventuale riforma fiscale con l'aumento dell'Imposta sul valore aggiunto (Iva): "Guardi, come abbiamo convenuto sono tutte ipotesi che faremo e su cui discuteremo. Se vuole posso dirle che un punto di Iva vale 6 miliardi ma non vuol dire niente. Non è un impegno politico. Bisogna fare sul serio, se si fa caos non succede niente", ha detto Tremonti.