Telecom Italia, prestito da 1 mld a 130 punti base sopra Euribor

mercoledì 13 gennaio 2010 13:30
 

LONDRA, 12 gennaio (Reuters) - Telecom Italia (TLIT.MI: Quotazione) ha dato il via alla sindacazione di un nuovo prestito revolving a tre anni da 1 miliardo di euro, al fine di rifinanziare debito in scadenza a gennaio per 1,5 miliardi.

Gli arranger sono Barclays, BBVA, Bank of Tokyo-Mitsubishi, Intesa Sanpaolo and Societe Generale e si prevede che il prestito non venga utilizzato.

Il suo prezzo potrebbe diventare un nuovo punto di riferimento per i prestiti a favore delle società con rating BBB. Il margine sarà di 130 punti base sopra l'Euribor con una "commitment fee" del 40% del margine, dicono due banchieri.

Se più di un terzo del prestito sarà utilizzato, le banche riceveranno una "utilisation fee" di 25 punti base, che salirà a 50 punti base se verranno utilizzati più di due terzi.

E' previsto un incontro tra le banche il 18 gennaio a Milano tra i possibili partecipanti al prestito, dicono i banchieri.