PUNTO 1-Telco, bond da 1,3 mld, prestito 1,3 mld garantito pegno

lunedì 11 gennaio 2010 19:05
 

(aggiunge nuovi elementi da nota)

MILANO, 11 gennaio (Reuters) - Telco, holding di controllo di Telecom Italia (TLIT.MI: Quotazione), sottoscriverà un prestito per 1,3 miliardi ed emetterà un bond che sarà sottoscritto dai soci per ulteriori 1,3 miliardi nell'ambito del piano di rifinanziamento.

Lo dice una nota della società, aggiungendo che il prestito sarà garantito da azioni Telecom Italia che saranno date in pegno alle banche creditrici.

Il contratto di finanziamento è stato sottoscritto con Intesa Sanpaolo (ISP.MI: Quotazione), Mediobanca (MDBI.MI: Quotazione), Societe Generale (SOGN.PA: Quotazione) e Unicredito (CRDI.MI: Quotazione).

"Nell'ambito del contratto di finanziamento di euro 1,3 miliardi gli istituti finanziatori hanno concesso ai soci di Telco il diritto di acquisire le azioni Telecom Italia che dovessero entrare nella loro disponibilità a seguito dell'eventuale escussione del pegno", dice la nota.

"L'esercizio di tale diritto è stato disciplinato in un separato accordo integrativo dei patti parasociali", aggiunge.

Il prestito obbligazionario, con scadenza 31 maggio 2012, sarà sottoscritto dai soci in funzione delle loro quote entro il 25 marzo 2010.

In attesa dell'emissione del prestito obbligazionario, il fabbisogno di Telco "è stato coperto quanto a euro 0,9 miliardi circa attraverso un finanziamento ponte dei soci Telefonica, Intesa Sanpaolo e Mediobanca e quanto ai residui euro 0,4 miliardi circa da Intesa Sanpaolo e Mediobanca a titolo di finanziamento bancario ponte".

Telco è partecipata da Telefonica (TEF.MC: Quotazione), Mediobanca, Generali (GASI.MI: Quotazione) e Intesa Sanpaolo.