Monetario inizia ultima settimana Rob con notevole eccesso fondi

lunedì 11 gennaio 2010 14:05
 

MILANO, 11 gennaio (Reuters) - Il mercato interbancario, gonfio della liquidità raccolta nelle ultime settimane, avvia pesantemente l'ultima settimana del perido di mantenimento della riserva, cercando di alleviare come può l'onere del fardello.

Da una parte le banche continuano a depositare fondi overnight presso la Bce. Potrebbero inoltre ridurre la partecipazione al p/t settimanale di domani. Infine verranno alleggerite dal fatto che vengono a scadere questa settimana p/t a 3 e 6 mesi che la Bce non rinnoverà.

"Ma si tratta in ogni caso di palliativi, nel mare di liquidità in eccesso" dice un tesoriere che vede quindi l'unica soluzione effettiva nell'operazione fine tuning, al momento stimata sui 200/250 miliardi, di martedì prossimo, ultimo giorno della riserva.

"Di qui ad allora dovremo vedere ancora tassi allo 0,25% e depositi in aumento" dice ancora.

I depositi overnight aggiornati a stamane hanno mostrato la cifra, massima di 5 mesi, di 227 miliardi, contro i 181 di giovedì.

Oggi la Bce annuncerà il finanziamento a 7 giorni, in asta domani, per il quale i tesorieri prevedono un benchmark negativo di ben 260/280 miliardi.

Su questo ammontare record poco impatto avrà anche l'eventuale riduzione della partecipazione al p/t di domani, con in scadenza 54 miliardi di euro. "Mi aspetto un sostanziale rinnovo all'operazione di domani, ma se anche le banche ne chiedessero meno, sui 45 miliardi, poco cambierebbe sul volume totale di eccedenza" dice un altro tesoriere.

Stesso discorso per la scadenza del p/t a 3 e 6 mesi questo giovedì, per un totale di 10 miliardi. Si tratta di operazioni straordinarie che la Bce, in base a quando detto a dicembre riguardo all'intenzione di tornare a un calendario normale delle operazioni, non rinnoverà.

A fine mattina l'overnight quota 0,26/0,28% sul Mid e 0,23/0,28% sugli screen dei broker internazionali. L'Eonia è stato fissato venerdì a 0,347%.   Continua...