Bce, stime crescita ancora valide, rischi banche Usa - Nowotny

lunedì 11 gennaio 2010 10:26
 

BASILEA, 11 gennaio (Reuters) - Le stime di crescita diffuse a dicembre dallo staff della Banca centrale europea restano valide, mentre qualche timore riguarda il livello di rischio assunto dalle banche Usa.

Lo dice alla stampa il banchiere centrale austriaco Edwald Nowotny, consigliere Bce che partecipa alla riunione odierna dei banchieri centrale in corso a Basilea.

"Non vedo motivo di cambiarla" risponde a chi gli chiede se condivida la proiezione dello staff Bce che ipotizza per quest'anno un'espansione economica dei paesi euro in una forchetta tra 0,1% e 1,5%.

Alla domanda sull'assunzione di rischi risponde poi facendo riferimento alle banche statunitensi.

"Non credo sia tra i problemi principali per la zona euro ma si vedono segnali a livello globale - osserva - e so che questo preoccupa in particolare le autorità Usa".

Il banchiere centrale austriaco concorda naturalmente anche con le più recenti aspettative Bce sulla ripresa economica.

"Il 2010 segnerà un tasso di crescita positivo ma si tratterà di una ripresa ancora stentata. Questo significa che occorre rimanere cauti per quanto riguarda gli sviluppi economici" spiega.

L'istituto centrale di Francoforte è stato il primo a cominciare a rimuovere le misure straordinarie a sostegno della crescita in risposta alla crisi finanziaria, annunciando il mese scorso la fine delle operazioni di finanziamanto a un anno e la riduzione delle operazioni a lungo termine.