Monetario disteso, nuovo aumento depositi e minimi tassi Euribor

giovedì 7 gennaio 2010 12:26
 

MILANO, 7 gennaio (Reuters) - Situazione perfettamente distesa sul mercato interbancario nella tarda mattinata di una sessione che fa registrare un leggero aumento dei volumi dopo gli scambi rarefatti delle ultime sedute.

Uno sguardo alle quotazioni mostra intanto come nonostante la prevista distruzione del saldo di ieri il sistema bancario dei sedici paesi euro rimanga in una situazione di marcato eccesso di fondi, fotografato da un nuovo aumento dei depositi marginali al massimo dei cinque mesi insieme all'ennesimo minimo dei tassi Euribor in occasione del fix londinese.

"Si sta tornando a livelli di attività in linea alla media dopo la lunga pausa partita da poco prima di Natale e chiusasi di fatto ieri" commenta un operatore.

"Occorreranno però ancora mesi perché vada progressivamente riassorbita la liquidità in eccesso che da tempo comprime i tassi a brevissimo sotto il riferimento Bce fino al livello dei depositi marginali" aggiunge.

Intorno alle 12 il periodo overnight lavora in area 0,25/26% sul Mid ed è indicato a 0,23/28% sugli schermi dei broker 'over the counter' da 0,322% della media Eonia di ieri.

Calato ieri sera di quasi 28 miliardi di euro, il saldo del sistema euro si è portato al di sotto della riserva dovuta ma non così la media progressiva, che mostra un accumulo di numeri neri superiore a 650 miliardi.

Aggiornate sempre a questa mattina, le statistiche quotidiane Bce evidenziano il nuovo record degli ultimi cinque mesi nel ricorso ai depositi marginali presso l'istituto centrale di Francoforte, saliti a 176,135 miliardi, mentre l'utilizzo dei prestiti overnight è lievemente cresciuto da 46 a 72 milioni di euro.

Si sgonfia intanto ulteriormente di due millesimi fino al minimo storico di 0,692% l'Euribor a tre mesi, tasso di riferimento per i prestiti interbancari.

"Rispetto a livelli come questi la discesa non dovrebbe spingersi molto oltre ma la tendenza resta indubbiamente al ribasso" spiega il tesoriere.   Continua...