Islanda, cds salgono a 466 punti base dopo veto su legge Icesave

mercoledì 6 gennaio 2010 12:52
 

LONDRA, 6 gennaio (Reuters) - Il costo di protezione contro il rischio di default (Cds) sul debito dell'Islanda è cresciuto, dopo che ieri il presidente Olafur Grimsson ha posto il veto sulla legge Icesave, che prevede il rimborso di oltre 5 miliardi di dollari a risparmiatori britannici e olandesi che avevano investito nelle banche del paese.

La decisione presidenziale rende obbligatoria l'indizione di un referendum sulla legge e potrebbe avere conseguenze sugli aiuti internazionali al paese.

I credit default swaps a cinque anni sul debito islandese sono saliti stamane a 466 punti base, dai 444 della chiusura Usa di ieri, secondo Cma DataVision.

Dopo il veto presidenziale, Ficht ha tagliato il proprio giudizio sul debito dell'Islanda e S&P ha avvertito che potrebbe abbassare il proprio rating di uno o due notch in un mese.