PUNTO 1 - Snai, da Cda mandato a presidente per eventuale bond

venerdì 18 dicembre 2009 14:33
 

(aggiunge background)

MILANO, 18 dicembre (Reuters) - Il Cda di Snai (SNAI.MI: Quotazione), riunitosi oggi, dopo aver preso atto della mancata accettazione da parte dell'azionista di controllo Snai Servizi dell'offerta di Bridgepoint e Axa, ha dato un mandato al presidente per eventuali operazioni di finanza straordinaria alternative, tra cui l'emissione di bond da parte di società del gruppo.

Lo comunica una nota che i clienti Reuters possono leggere in forma integrale cliccando su [ID:nBIA18064]

L'ipotesi del bond era già stata oggetto di indiscrezioni. Una fonte nei giorni scorsi aveva riferito che l'idea dell'emissione veniva valutata da Snai per rifinanziare il debito, che a fine settembre era pari a 275 milioni di euro.

Ieri Snai Servizi ha reso noto di aver respinto l'offerta da parte dei fondi perchè "non di proprio interesse".

Il 26 novembre Snai ha annunciato di aver ricevuto un'offerta vincolante dai fondi di private equity Bridgepoint Capital Limited e Axa Investment Managers Private Equity Europe relativa ad "un'operazione di riorganizzazione delle attività di gioco e scommesse svolte dalla società".

Indiscrezioni stampa avevano parlato di un'offerta da parte dei due fondi intorno ai 600 milioni di euro per la parte relativa al core business delle scommesse, mentre non comprendeva l'attività degli ippodromi e l'immobiliare.

Snai Servizi possiede il 50,68% della società di giochi e scommesse. Snai alle 14,30 cede lo 0,17% a 2,97 euro e fa leggermente meglio del mercato.

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
PUNTO 1 - Snai, da Cda mandato a presidente per eventuale bond | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    18,568.18
    -1.34%
  • FTSE Italia All-Share Index
    20,345.59
    -1.34%
  • Euronext 100
    936.87
    -1.17%