16 dicembre 2009 / 15:11 / 8 anni fa

PUNTO 1-Basilea, regolatori concederanno periodo di grazia-fonti

(accorpa pezzi differenti)

ROMA/TOKYO, 16 dicembre (Reuters) - Le autorità regolatorie internazionali daranno alle banche un periodo di grazia per l‘entrata in vigore delle regole sul capitale più stringenti del Comitato di Basilea 2.

La notizia, che allenta i timori di imponenti ricapitalizzazioni nel prossimo futuro per gli istituti di credito, è stata confermata da una fonte della Banca d‘Italia dopo quanto riferito stamane a Reuters da altre tre fonti.

Da domani “ogni giorno è buono” per il comunicato che specificherà l‘applicazione delle norme che, comunque, riguarderanno le nuove emissioni, ha aggiunto la fonte italiana.

“Ci sarà un periodo in cui, le vecchie regole continueranno ad applicarsi. Le nuove e più restrittive regole si applicheranno in base al principio da ‘ora in poi’: i nuovi strumenti emessi dovranno adeguarsi alle nuove norme. Da domani ogni giorno è buono per il comunicato”.

Secondo la fonte di Bankitalia si prevede un periodo di “grand fathering” in cui gli strumenti di capitale considerati buoni continueranno a valere.

Il G20 di Pittsburg dello scorso settembre e lo stesso Financial Stability Board presieduto dal governatore della Banca d‘Italia Mario Draghi avevano detto che l‘applicazione di Basilea 2 sarebbe stata graduale per evitare che nuove regole troppo rigorose abbiano un impatto sull‘economia.

Il Comitato di Basilea sulla supervisione bancaria, che è composto dai banchieri centrali e dai regolatori di quasi 30 Paesi, sta mettendo insieme un pacchetto di regole finanziarie più stringenti in risposta alla crisi creditizia.

Il pacchetto dovrebbe comprendere un innalzamento dei coefficienti patrimoniali minimi per le banche.

Tre persone vicine alla situazione avevano questa mattina riferito che il Comitato manterrà il piano di avviare gradualmente l‘implementazione a partire dal 2012, ma darà alle banche un periodo di transizione per aiutarle ad adeguarsi alle nuove regole. Secondo le fonti i regolatori non intendono definire una specifica forchetta di tempo per il periodo di transizione.

Secondo il quotidiano giapponese Nikkei il periodo di transizione durerà almeno 10 anni. Tuttavia, un portavoce dell‘Agenzia sui servizi finanziari giapponese, Motoyuki Yufu, ha detto che un accordo del genere non è stato raggiunto.

I cambiamenti di Basilea 2 introdotti nel 2004 prevedono un periodo di transizione di 10 anni per alcuni criteri.

Stamattina, sul mercato asiatico, la notizia del periodo di grazia per l‘introduzione dei nuovi requisiti patrimoniali ha dato impulso alle banche giapponesi come Mizuho Financial Group (8411.T) e Sumitomo Mitsui Financial Group (8316.T), che hanno chiuso entrambe con un rialzo di circa il 15%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below