PUNTO 1 - Citigroup, accordo con governo per rimborso aiuti Tarp

lunedì 14 dicembre 2009 13:34
 

(aggiunge dettagli da nota Tesoro, andamento titolo in pre-borsa)

NEW YORK, 14 dicembre (Reuters) - Citigroup (C.N: Quotazione) annuncia di aver raggiunto oggi un accordo con il governo per il rimborso degli aiuti pubblici ottenuti grazie al programma Tarp sugli asset 'problematici'.

L'intesa prevede che l'istituto emetta 17 miliardi di dollari di azioni ordinarie insieme a 3,5 miliardi di 'tangible equity unit' in modo da rimborsare i 20 miliardi di aiuti pubblici.

Il rimborso si tradurrà per il gigante del credito Usa in una perdita ante-imposte di circa 8 miliardi, mentre nel quadro di un'uscita "ordinata" il dipartimento al Tesoro venderà fino a 5 miliardi delle proprie azioni ordinarie Citi.

Una nota del dipartimento al Tesoro parla della soddisfazione di Washington, secondo cui Citi si sta giustamente muovendo nella direzione di rimborsare i contribuenti, e fornisce i primi dettagli sull'uscita dall'azionariato della banca.

"Anche se resta molto da fare per il miglioramento della concessione di credito e la creazione di posti di lavoro, l'odierno annuncio di Citigroup ci fa fare un passo ulteriore nella direzione giusta" si legge nel comunicato del dipartimento.

Il Tesoro metterà in vendita con un'offerta secondaria fino a 5 miliardi di dollari in azioni ordinarie. La quota restante verrà ceduta entro sei/dodici mesi dopo un periodo iniziale di 'lock-up' di 45 giorni a partire dall'offerta secondaria.

Citi ha ottenuto l'anno scorso 45 miliardi di aiuti pubblici dal programma 'troubled asset relief', mentre nel corso del 2009 25 miliardi di fondi sono stati convertiti in azioni ordinarie di cui il Tesoro detiene al momento circa il 34%.   Continua...