Ue apre procedura deficit eccessivo per Polonia, Romania e altri

mercoledì 13 maggio 2009 12:05
 

BRUXELLES, 13 maggio (Reuters) - La Commissione Ue ha lanciato oggi un'azione disciplinare per deficit eccessivo contro Polonia, Romania, Lituania e Malta per aver lasciato salire il proprio deficit di bilancio al di sopra della soglia del 3% del Pil.

Bruxelles si attende che 21 sui 27 paesi dell'Unione europea sforino il tetto del 3%, soglia da rispettare anche per l'ingresso nell'Unione monetaria a cui punta la Polonia per il 2012.

Per la Polonia, il paese più grande tra gli emergenti dell'Est, la Ue vede un deficit in salita dal 3,9% nel 2008 a 6,6% del 2009 e a 7,3% nel 2010.

La Commissione dovrebbe proporre scadenze per il rientro dei deficit dei quattro paesi il prossimo mese. Altri paesi finiti sotto procedura negli ultimi tempi hanno ricevuto scadenze più lunghe del consueto anno a causa della recessione.

In particolare, la Commissione ha già lanciato misure disciplinari nei confronti di Francia, Spagna, Grecia, Irlanda e Lettonia. A Francia e Spagna è stata dato tempo fino al 2012 per riportare il disavanzo sotto il 3% del Pil. L'Irlanda dovrà adeguarsi entro il 2013, mentre la Grecia avrà tempo fino a fine del 2010.