Cdp cambia statuto per utilizzo piu' ampio risparmio postale

mercoledì 13 maggio 2009 14:45
 

ROMA, 13 maggio (Reuters) - L'assemblea straordinaria della Cdp ha approvato le modifiche dello statuto che consentiranno di utilizzare il risparmio postale in maniera piu' ampia nel finanziamento di operazioni di interesse pubblico. Lo si legge in una nota della Cassa depositi e prestiti.

"Queste novità consentiranno a Cdp un utilizzo più ampio, ma a condizioni più severe, del risparmio postale. In particolare, Cassa potrà impiegare tale raccolta - oltre che per la tradizionale attività di finanziamento del settore pubblico - anche per concedere finanziamenti a favore di soggetti pubblici o privati, purché si tratti di operazioni di "interesse pubblico" previste dallo Statuto di Cdp e "promosse" da soggetti appartenenti al settore pubblico", si legge nella nota.

Cdp ricorda che un decreto dell'Economia ha stabilito i criteri per individuare quali operazioni rientrano in questo nuovo ambito.

"Rientrano nella categoria quelle effettuate in esecuzione di una concessione pubblica; quelle destinatarie di contributi pluriennali pubblici o comunitari o di altre forme di agevolazione pubblica; quelle che siano realizzate nella forma del partenariato pubblico-privato, siano cofinanziate dalla Bei o inserite in piani o altri strumenti di programmazione di soggetti pubblici. I finanziamenti potranno essere concessi direttamente o tramite il sistema bancario".

Inoltre i finanziamenti potranno riguardare anche le Pmi per "finalità di sostegno dell'economia e saranno concessi, in tal caso, attraverso la sola intermediazione del sistema creditizio".