Cdp, Comuni e Province pronti a collaborare su piano paritario

giovedì 13 novembre 2008 16:33
 

MILANO, 13 novembre (Reuters) - Comuni e Province aprono a una piena collaborazione con la Cassa depositi e prestiti a patto di cooperare "con pari dignità".

Lo dice un comunicato congiunto Anci e Upi, in cui i presidenti delle due associazioni Leonardo Dominici e Fabio Melilli si dicono favorevoli al potenziamento del ruolo della Cassa come banca volàno degli investimenti.

"E' necessario integrare le politiche di investimento di Comuni, Province e Governo e rafforzare il ruolo della Cassa Depositi e prestiti quale banca degli investimenti" si legge nella nota all'indomani del rinnovo dei vertici Cdp che porta Franco Bassanini alla presidenza e Massimi Varazzani alla carica di amministratore delegato.

"Adesso - affermano Domenici e Melilli - è necessario che ci si sieda attorno a un tavolo interistituzionale per elaborare un 'progetto di investimenti per il paese', uno strumento utile per sostenere l'economia" dicono i numeri uno Anci e Upi.

"In questo quadro - aggiungono - il ruolo della Cassa può essere determinante e altrettanto determinante è il ruolo dei territori. Chiediamo quindi che la presenza dei nostri rappresentanti abbia pari dignità e che siano subito avviati progetti operativi su 'housing' sociale, valorizzazione del patrimonio immobiliare e piano delle infrastrutture".

Ipotesi del ministro dell'Economia Giulio Tremonti è di far confluire la Cassa nella rete della Banca europea per gli investimenti per finalizzare il canale infrastrutture.