PUNTO 1-Debito, Vegas su S&P: Dei morti non si parla se non bene

martedì 13 gennaio 2009 19:30
 

(aggiunge chiarimento di Vegas)

ROMA, 13 gennaio (Reuters) - Dei morti non si parla se non per dirne bene. Così il sottosegretario all'Economia Giuseppe Vegas risponde all'agenzia di rating Standard and Poor's che stima per l'Italia un debito pubblico al 109% del Pil nel 2009 e un deficit/Pil vicino al 4% almeno fino al 2011.

"Faremo di tutto perché non accada", ha prima detto Vegas sulle stime di S&P con un tono più ironico che serio

"De mortuis nihil nisi bonum", ha aggiunto il sottosegretario citando una locuzione latina.

In serata poi Vegas ha integrato la sua dichiarazione dicendo che "circa le valutazioni di Standard & Poor's fa piacere che la crisi abbia portato ad un metodo nuovo di valutazione dei rischi. Questo dimostra il fatto che il Paese è valutato positivamente, cosa che non avviene per altri. Si può dire che è morto un mondo e che ne sta nascendo un altro", ha aggiunto.